Forum i2a

Benvenuto nella piattaforma di discussione promossa da i2a istituto internazionale di architettura in collaborazione con gli studenti della facoltà di architettura d'interni della SUPSI. L'istituto si pone l’obiettivo di promuovere il dibattito pubblico su temi di sviluppo urbano e territoriale di attualità e portare un contributo marcante alla divulgazione nell’ambito dell’architettura. Qui hai la possibilità di condividere il tuo pensiero su tutti questi temi.

Kristina Beljan, studentessa Architettura d’Interni SUPSI

Kristina Beljan forum i2a

Da un punto di vista architettonico e urbanistico, come descriveresti l’attuale situazione ticinese? E dello specifico caso luganese?

Trovo che in Ticino ci si concentri troppo sui singoli comuni e non ci sia uno sguardo urbanistico più vasto, non c’è la volontà di sviluppare il territorio del Canton Ticino considerandolo nel suo intero e nelle sue peculiarità, che sono più vaste rispetto ai confini comunali, i quali sono dei confini semplicemente giuridici e non hanno niente a che vedere con la morfologia del cantone.
Quindi ci vorrebbe, oltre ai piani regolatori e alle decisioni che si prendono a livello municipale per quanto riguarda la pianificazione, un controllo più ampio.

Quali soluzioni si potrebbero adottare per (eventualmente) migliorare la situazione?

Delle possibili soluzioni potrebbero essere dei concorsi pubblici che vanno alla ricerca di soluzioni a livello più generale rispetto a tutto il Canton Ticino.

Quale contributo può dare un forum d’architettura come i2a in questo senso?

Prendendo come esempio l’ultima conferenza (tenutasi presso la Franklin University Switzerland il 5.05.2015, London vs Taipei, ndr), il caso di Londra “Explorative Building”, penso che sia molto importante arrivare alle persone. Ovvero coinvolgere le persone e cercare di far capire che i loro gesti hanno una grande rilevanza nei riguardi dell’immagine territoriale di tutto il cantone. Inoltre raggiungere le persone permette loro di formarsi e conoscere il territorio.
È molto facile conoscere il territorio quando si è dentro al sistema della pianificazione, mentre da comune cittadino ci sono tante lacune che potrebbero essere benissimo colmate avvicinando le persone a questo tipo di problematiche.

Kristina Beljan, studentessa Architettura d’Interni SUPSI